Come ottimizzare la valutazione e il gioco in un Sealed

Come ottimizzare la valutazione e il gioco in un Sealed

Di Finn Cornish

Membro dei London Urchins

Post originale usato con il permesso dell’autore




Link ai London Urchins

Il Sealed è uno dei principali formati competitivi in KeyForge. Con la mia esperienza sono stato in grado di acquisire alcune capacità fondamentali nell’apprendere come valutare al meglio i miei mazzi sealed e adattare il mio gioco durante le prime partite, che sono state di grande beneficio per il mio successo in quei tornei di livello competitivo.




Passaggio 1: Contare è divertente! Aember stampati, Creature e Artefatti La prima cosa che faccio quando apro un mazzo per un sealed è contare il numero di Aember stampati nel mazzo, che è un grande indicatore di quante chiavi potrai potenzialmente forgiare solo giocandolo. Comunque, se la risposta è non molte, dovrai essere in grado di identificare quali carte e strategie ti aiuteranno ad affrontare questo difetto. Ad esempio, un mazzo con 18 Aember stampati significa che tecnicamente non dovrai mai raccogliere o ottenere ulteriori Aember con altri mezzi. Tuttavia, dato che c’è una buona probabilità che la tua riserva di Aember sia influenzata dal tuo avversario, questo è improbabile, ma è una buona indicazione di quanto potrai andare lontano senza aver bisogno di un board per raccogliere o di una valida combo di carte a cui affidarti. D’altra parte, potresti avere solo 3 o 4 Aember stampati, cosa che di solito indica che il mazzo in questione ha più creature della media, probabilmente poco sopra le 20. Questo è davvero un elemento chiave dell’analisi del mazzo e ti dà molte informazioni ancora prima che tu conosca una singola carta che contiene. Dopo mi piace contare il numero di artefatti e creature totali, tenendo anche traccia del numero per ogni casa. Questo completa la tua conoscenza del mazzo e può aiutarti molto se stai cercando di comprenderne appieno i punti di forza e le debolezze. Queste tre componenti del mazzo ti daranno un’indicazione piuttosto chiara di come girerà e funzionerà una volta che sarai nel pieno delle partite, ed essere in grado di ricordarti queste informazioni ti darà un vantaggio per evitare di perdere per un pelo. Anche le case e il set sono un grosso fattore per il passo 1, dato che i tre set hanno costruzioni fondamentalmente diverse, ma lo approfondiremo nel prossimo passaggio…

Passaggio 2: Identificare le carte e le combo principali Ora la parte divertente, identificare le carte principali e le strategie del mazzo! Una delle parti più interessanti del sealed in KeyForge è che non puoi scegliere le carte che hanno particolare sinergia o efficienza tra loro e, a causa di questo, devi essere in grado di trovare tu stesso quegli aspetti del mazzo. Questo è anche il momento in cui la tua conoscenza dei set, delle case e delle carte verrà messa appieno alla prova, ed è qualcosa che richiede tempo e pratica. Ad esempio, combo di carte come “Gangarnaut” (Battitorre + Capotribù Ganger), “GENKA” (Generosità Marziana + Furto della Chiave) e “BRIG” (Scissione Binata + Trapianto Interdimensionale) sono solo alcune delle combinazioni “da sapere” del secondo set, Era dell’Ascensione. Ovviamente se hai alcune di queste carte nel mazzo è grandioso, ma devi essere in grado di usarle efficacemente, e se non hai questa fortuna allora dovrai sapere come batterle. Per un maggiore approfondimento della combo “Gangarnaut” (più alcune altre ottime combinazioni di carte) dai un’occhiata al mio articolo Gaming Vs Cancer Prime Championship Win. Non entrerò nel dettaglio di ogni singola sinergia di carte nel gioco, soprattutto perché sta per arrivare il quarto set, ma volevo sottolineare l’impatto che conoscere queste informazioni può avere sulla tua capacità di imparare a conoscere il tuo mazzo nel breve tempo a tua disposizione in ogni evento sealed. Il sito Decks of KeyForge è una grande risorsa per aiutarti a migliorare la tua conoscenza delle carte di ogni set e trovare mazzi che presentano alcune di queste sinergie nelle loro migliori capacità.

Passaggio 3: Che tipo di giocatore di KeyForge sei? Questo è per me l’aspetto più cruciale del giocare un mazzo sealed, o, se ne hai la possibilità, sceglierne uno. Sapere il tipo di giocatore che sei e quali archetipi di mazzo si adattano meglio al tuo stile di gioco è una cosa estremamente importante da prendere in considerazione quando stai giocando un mazzo sealed, e ancora di più quando stai scegliendo quale mazzo sealed giocare. So che ha aiutato immensamente me permettendomi di vincere il mio primo Prime Championship; io gioco velocemente, il che significa che giocherò carte anche se non sono in grado di sfruttarle completamente. Durante il Prime stavo giocando un mazzo che aveva molte carte con vantaggi aggiuntivi, come “Brend il Fanatico” o “Ronnie Cinturolex”, che possono facilmente ingannarti facendoti credere che dovresti tenerle in mano per ottenere quel valore aggiuntivo. Tuttavia, a causa del mio stile di gioco e della mia conoscenza del mazzo, ho scelto spesso di giocarle in un momento potenzialmente meno vantaggioso semplicemente per ciclare il mazzo e ottenere qualcos’altro che potesse aiutarmi nella situazione del momento. Perciò se sei un giocatore che ama il controllo, avendo un grosso board Brobnar/Sanctum, giocare un mazzo rush Selvaggi/Ombre potrebbe non essere proprio la scelta migliore per te. Al contrario, se ti piace tenere in mano quelle carte tanto gustose per poterle giocare proprio al momento giusto, magari dovresti pensare che potresti danneggiarti da solo facendolo e rallentare le tue pescate. Un’altra cosa da considerare è che non ha senso giocare un “buon” mazzo con cui non ti trovi a tuo agio quando potresti giocarne un altro che ti sembra di conoscere meglio. Cosa che ci riporta alla tua conoscenza delle carte. Un fantastico esempio è uno dei miei mazzi preferiti con la Pietra di Quixxle che si chiama “Tap-dance” Clennta, Park Physicist e che, se non sai come e quando giocare quell’artefatto, può mandare all’aria la tua partita.

Passaggio 4: Logos è davvero la casa migliore, no...? Ora che sai come giocare il tuo mazzo nuovo di zecca, hai bisogno di sapere come il tuo mazzo “finisce”, e con questo intendo dire se puoi pescare o archiviare le tue grosse creature, quell’artefatto che svolta la partita o quel molesto key cheat su cui si basa la tua condizione di vittoria. Probabilmente sai che pescare e archiviare sono predominantemente abilità di Logos, perciò la risposta potrebbe essere semplice se hai quella casa nel mazzo. Se però non sei stato benedetto dalla presenza di Logos, hai bisogno di capire quanto è veloce il tuo mazzo, vale a dire quante carte giochi per turno (come accennato già nel passaggio 3) e di conseguenza quante ne peschi. E questa parte è quella in cui la mia capacità di aiutarti non arriva del tutto. È davvero difficile determinare questi fattori senza giocare il mazzo, ed è per questo che apprendere il più possibile ed essere disposto ad adattarti durante la prima partita o due pu